Antonella Sacco, Ant

Intervista ad Antonella Sacco Scrittrice

Intervista ad Antonella Sacco, una scrittrice alla sua prima opera con il self publishing, ma già conosciuta da editori come Piemme. Vi lascio alle sue parole, così potrete conoscerla meglio. Buona lettura!

Come ti chiami?

Antonella Sacco, ma di solito mi firmo Ant.

Chi sei?

Ho passato i cinquanta, ma sono ancora molto curiosa di imparare e di sperimentare. Sono laureata in Matematica, mi piace leggere e scrivere, la musica, la natura e la montagna.

Cosa fai nella vita?

Lavoro come impiegata, ho una famiglia e cerco di trovare il tempo per dedicarmi alla scrittura e alla lettura.

Perchè hai accettato di fare questa intervista?

Ho pensato che possa essere un modo per farmi conoscere, soprattutto relativamente agli e-book che ho auto-pubblicato di recente.

L’opera più bella che hai creato?

Creare è una parola grossa, in realtà non si crea nemmeno un figlio… ad ogni modo, escludendo la famiglia, preferisco illudermi di doverla ancora realizzare.

Quella che avresti voluto creare?

Delle scoperte in Matematica.

Sei un esordiente?

Non proprio, ho pubblicato tre libri (cartacei) per ragazzi. Invece come self sono alle prime esperienze.

Sei un professionista?

Non proprio. Lo sono nel senso che quando scrivo lo faccio con la massima serietà e curo molto ogni aspetto del testo.

Le tue opere di maggior successo?

“La torre della Papessa”, edito da Piemme nel 2011 e “Lidia, che detesta la Matematica”, edito da Scienza Express nel 2013; entrambi sono romanzi per ragazzi.

La cosa più intelligente che hai fatto?

Spero di avene fatte qualcuna, ma adesso non me ne vengono in mente.

La cosa più stupida?

Forse non aver avuto la pazienza necessaria per tentare la carriera universitaria dopo la laurea in Matematica e aver avuto fretta di iniziare a lavorare.

La persona che assolutamente vorresti incontrare?

Ci sono molte persone che ammiro, soprattutto le donne che, in particolare nei tempi passati, sono riuscite ad emergere in campo scientifico nonostante le difficoltà che la società creava loro. Tra le altre cose non potevano nemmeno frequentare le università… Una di loro è stata Sophie Germain, una matematica francese vissuta fra il 1776 e il 1831.

Cos’è per te la libertà?

La libertà è quasi un’utopia. Intendo dire che è molto difficile liberarsi veramente da tutti i vincoli esterni e interni. La libertà è soprattutto uno stato mentale, secondo me, molto difficile da conquistare, come l’illuminazione dei saggi orientali.

Sei favorevole a..?

Alla pace, alla coerenza, alla solidarietà, alla lealtà, alla tolleranza.

Sei contraria a…?

Ai soprusi e alla violenza in genere, sia contro le persone che contro gli animali; alla guerra; allo sfruttamento, all’intolleranza.

La tua vita in 5 aggettivi.

Complicata, di corsa, desiderosa di conoscere, impegnata, riflessiva.

L’opera che vuoi far conoscere in 20 parole.

Racconti introspettivi, in cui i protagonisti si interrogano, ciascuno a suo modo, su se stessi e su cosa vogliono dalla vita.

Perchè dovremmo acquistarlo?

Per vivere emozioni insieme ai protagonisti dei racconti e, se conoscete La Traviata di Verdi, per assaporarne una rielaborazione dai toni, forse, un poco femministi.

Scheda del libro
Titolo: Un grande fuoco

lunghezza: 27 pagine in formato EBOOK

Genere: racconti

Opera prima: no

Esperienze letterarie dell’autore: ha pubblicato alcuni libri con Piemme, Raffaello Editrice, Scienza Express e alcuni ebook  che trovate in vendita su Amazon.

Un grande fuoco è in vendita su Amazon.

un grande fuoco

un grande fuoco

 

©marinagalatioto.com – Tutti i diritti riservati

Un commento su “Intervista ad Antonella Sacco Scrittrice

  1. Pings/Trackbacks intervistata da Marina Galatioto | Ant Sacco

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>