Elisa Marzorati

Intervista alla pianista Elisa Marzorati

L’intervista di oggi è ad una pianista che ci propone bellissimi brani. Si chiama Elisa Marzorati. Potete ascoltare anche voi i suoi pezzi, ma vi lascio alle sue parole! Buona lettura, buon ascolto e Buon Anno con la prima intervista del 2015.

Come ti chiami?

Elisa Ida Marzorati

Chi sei?

Sono una pianista italo-svizzera, con un background familiare di artisti per almeno due generazioni (pittura e soprattutto musica).

Cosa fai nella vita?

Dopo aver studiato all’estero (Stati Uniti, Svizzera, Spagna), ora vivo a Venezia, nella città in cui sono cresciuta, e lavoro sia in uno studio di creativi nell’ambito dei giochi, che come pianista concertista.

Perché hai accettato di fare questa intervista?

Per curiosità.

Qual è l’opera migliore che hai creato?

Più che opera lo definirei un progetto: www.teatroaperitivo.com

Il Teatro Aperitivo racchiude insieme la storia della mia famiglia e il mio amore per l’arte in generale, soprattutto la pittura francese di fine 800, il film muto, l’opera lirica e la musica da camera. É dedicato a mia madre e ne rispecchia indubbiamente la gioia di vivere, l’ironia e la raffinatezza.

Quale che avresti voluto creare, ma ha fatto qualcun altro?

Più che ciò che avrei voluto creare, ciò che avrei voluto suonare. C’è una grandissima quantità di repertorio sia per pianoforte solo, che cameristico, che di pianoforte con l’orchestra, che mi piacerebbe avere il tempo di studiare approfonditamente.

Sei un’esordiente?

Direi di no. Sarebbe bello poter dire di sì, ma molti artisti impegnati non lo sono più nemmeno a 18 anni.

Sei un professionista?

Si. Vista la difficile realtà musicale e artistica di questo paese ho la fortuna di poter integrare i miei impegni musicali con il lavoro presso l’ufficio di giochi, un luogo meraviglioso dove ho conosciuto delle persone davvero uniche.

Le tue opere di maggior successo

Nel mio piccolo ritengo che tutte le mie esperienze musicali e musicologiche siano state esperienze da cui, sia nel bene che nel male, ho imparato qualcosa. Il musicista ha la grande fortuna di essere in continua evoluzione, sia dal punto di vista tecnico che artistico. Per questo, ogni tassello che ha formato e forma il mio percorso lo ritengo importantissimo.

La cosa più intelligente che hai fatto

Sembrerà assurdo, viste le continue lamentele della situazione di questo paese, ma “tornare a vivere in Italia”.

La cosa più stupida

Non imparare il francese… Ma c’è ancora tempo!

La persona che assolutamente vorresti incontrare…

Sono indecisa tra Verdi e Beethoven…

Cos’è per te la libertà

Fidarsi degli altri, sorridere a tutto quello che accade e non dover dar spiegazioni a nessuno.

Sei favorevole a …

Tutto, purché non danneggi altri.

Sei contraria a …

Ai giochi di potere, alla corruzione, ai favoritismi, alla violenza.

La tua vita in 5 aggettivi

Colorata – lunatica – poetica – salata – tenace

L’opera che vuoi far conoscere in 20 parole

Ne bastano meno: la registrazione dei 24 Préludes di Claude Debussy.

Impressioni, sensazioni, emozioni, paesaggi, creature…

Perché dovremmo acquistarla

Forse per trovare quello che vi ho trovato io: un rifugio, un luogo segreto, in cui rilassarsi, meditare e sognare. 

https://itunes.apple.com/us/album/claude-debussy-preludes/id281861495

24 Préludes di Claude Debussy Elisa Marzorati

24 Préludes di Claude Debussy Elisa Marzorati

Scheda opera:

titolo Préludes di Claude Debussy – Elisa Marzorati

genere classica

etichetta Velut Luna

 

About marinagalatioto

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>